Il Chianti senese è generalmente il territorio meridionale della sub-regione geografica del Chianti per una estensione di circa 386 km², coincidente con la parte meridionale della zona viticola creata nel 1932 e chiamata, appunto, Chianti.

Territorio

Dal punto di vista geografico i confini del Chianti sono abbastanza confusi e contesi e includono tutta l’area collinare tra Firenze, Siena e Arezzo. Dal punto di vista storico si considera Chianti il territorio dei comuni di Gaiole, Radda e Castellina, ovvero la vecchia Lega del Chianti poi trasformata in Provincia del Chianti, attualmente tutta ricompresa nella Provincia di Siena. Con la costituzione della zona vinicola Chianti nel 1932 che comprendeva nella sottozona Classico oltre al Chianti vero e proprio anche zone dell’attuale Provincia di Firenze si è andata configurando una zona geografica ampliata ricalcando i confini della sottozona vinicola. Molte località e perfino un Comune (Greve nel 1972 ora Greve in Chianti), con gli anni, hanno anche cambiato toponomastico aggiungendo in Chianti. Già il Granduca Cosimo III de’ Medici nel 1716 -per esempio- faceva arrivare la zona del Chianti fino a lambire il territorio di Greve e Panzano, pur senza entrarvi.


« …per il Chianti è restato determinato e sia. Dallo Spedaluzzo fino a Greve; di lì a Panzano, con tutta la Podesteria di Radda, che contiene tre terzi, cioè Radda, Gajole e Castellina, arrivando fino al confine dello Stato di Siena….. »
(1716, Cosimo III de’ Medici Bando Sopra la Dichiarazione dé Confini delle quattro Regioni Chianti, Pomino, Carmignano, e Val d’Arno di Sopra)
« (…) la Repubblica Fiorentina divise, e il Granducato Mediceo conservò il distretto politico del Chianti in tre terzi, cioè, Terzo di Radda, Terzo di Gajole e Terzo della Castellina, conosciuti rapporto alla disposizione militare col nome di Lega della Castellina del Chianti e rapporto al potere civile dipendenti dalla potesteria di Radda, allora subalterna al Vicariato di Certaldo, mentre quella della Comunità di Greve alla stessa epoca dipendeva dal Vicario di S. Giovanni in Val d’Arno.. »
(1833, Emanuele Repetti Dizionario Geografico Fisico Storico della Toscana)

Le varie definizioni che si sono succedute nei secoli per i confini della zona geografica Chianti non sono mai riuscite a sopire tutte le contestazioni.

Località del Chianti “storico”

  • Castellina in Chianti
  • Castellina in Chianti
  • Gaiole in Chianti
  • Gaiole in Chianti
  • Castello di Brolio
  • Pieve di San Polo in Rosso
  • Oratorio dei Pianigiani
  • Badia a Coltibuono
  • Radda in Chianti
  • Radda in Chianti
  • Volpaia

Altre località facenti parte della sottozona Classico del Chianti

  • Barberino Val d’Elsa
  • Tignano
  • Castelnuovo Berardenga
  • Castelnuovo Berardenga
  • San Gusmè
  • San Giovanni a Cerreto
  • Vagliagli
  • Greve in Chianti
  • Greve in Chianti

Montefioralle: è un piccolo borgo sulla collina. È raggiungibile a piedi da Greve in Chianti.
Montegonzi è il borgo più vecchio di Greve in Chianti.
In direzione di Dudda in Chianti si trova la località Convertoie da cui si gode un bel panorama.
Chiesa di San Silvestro a Convertoie
Castello di Mugnana (vicino a Chiocchio)
Pieve di San Donato a Mugnana
Ruderi dell’Oratorio di San Giusto a Montemartiri, situato sul monte San Giusto, presso la valle di Cintoia, fra le valli della Greve e del Sezzate
Chiesa di San Martino a Sezzate
Castello di Sezzate
Chiesa di San Pietro a Cintoia
Chiesa di Santa Maria a Cintoia
Cintoia
Castello di Verrazzano (a breve distanza da Greti)
Abbazia di San Cassiano a Montescalari
Panzano in Chianti

Poggibonsi

Poggibonsi

San Casciano in Val di Pesa

San Casciano in Val di Pesa
Faltignano
Campoli
Montefiridolfi
Montepaldi
San Martino

Tavarnelle Val di Pesa

Tavarnelle Val di Pesa
Sambuca Val di Pesa
San Donato in Poggio

Condividi

share on Facebook
× Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies Accetto